fbpx

5 motivi per cui sono importanti i corsi sulla sicurezza

I corsi sulla sicurezza sono un tassello fondamentale per garantire un ambiente di lavoro sano e che tuteli la prevenzione e protezione dei lavoratori.

Ne abbiamo parlato spesso nei nostri precedenti articoli e abbiamo sempre sottolineato come la consapevolezza data dalla formazione porti a risultati concreti. D’altronde al giorno d’oggi è più che mai indispensabile garantire che all’interno dell’azienda ci sia un occhio di riguardo al tema della sicurezza. Ogni giorno si sente parlare tristemente di incidenti e morti sul lavoro e occorre uno sforzo congiunto di istituzioni e lavoratori perché questa tendenza ritorni a non essere più un problema.

Motivo per cui siamo particolarmente motivati nel ribadire l’importanza di informare e formare all’interno dei luoghi di lavoro. Perché se da una parte è vero che l’errore umano e l’incidente possono accadere, dall’altra è altrettanto vero che i rischi e i pericoli possono essere contenuti.

E tra i vari strumenti che abbiamo a disposizione per far sì che questo accada la formazione è in prima linea. Motivo per cui esploreremo in questo articolo 5 evidenze di come i corsi sulla sicurezza siano importanti per migliorare gli ambienti di lavoro.

Per informazioni più specifiche invece, o per una consulenza su misura, visita il nostro sito. Un nostro esperto è pronto ad aiutarti per ogni questione sulla sicurezza nella tua azienda.

Quali sono i corsi sulla sicurezza

Il D.Lgs 81/08 identifica diversi corsi sulla sicurezza, con relativi aggiornamenti periodici, che devono essere svolti da lavoratori e figure che operano nell’SPP. A partire dal dipendente, fino ad arrivare al datore di lavoro, ogni persona che opera in un ambiente lavorativo è tenuta ad acquisire competenze in fatto di sicurezza. Per ogni posizione infatti il TUSSL ha previsto specifici corsi di formazione, nello specifico avremo formazione per:

A cosa servono i corsi sulla sicurezza

Contrariamente a quanto si possa pensare i corsi sulla sicurezza non sono una perdita di tempo e non sono fini a se stessi, perché non si esauriscono esclusivamente alla formazione. Ma sono parte di un sistema complesso e interconnesso e portano con sé diversi vantaggi collaterali, alcuni evidenti, altri meno, ma altrettanto importanti.

Un lavoratore informato ha modo di avere più consapevolezza sui rischi e i pericoli che lo circondano. Inoltre avere del personale che si occupa di valutare e prendere misure per la sicurezza incide positivamente sullo stato della sicurezza all’interno dell’azienda.

Ma c’è dell’altro: Ecco 5 motivi per cui i corsi sulla sicurezza che influiscono positivamente sul lavoro e sull’andamento generale dell’azienda.

1. A prevenire gli infortuni

Prevenire gli infortuni è la prima motivazione per cui si fanno i corsi di sicurezza. Questo perché solo chi riconosce un rischio lo evita. D’altronde anche le mansioni più semplici nascondono insidie. Basti pensare ai rischi ergonomici o alle malattie professionali. Conoscere cosa può influire negativamente sulla salute dei lavoratori è la prima motivazione per cui la formazione è fondamentale.

2. Sono un investimento, non una spesa

Ogni lavoratore è una risorsa importante per l’azienda, per questo deve essere tutelato dai rischi che può incontrare svolgendo la sua mansione.

La mancanza di un’adeguata formazione sulla sicurezza può comportare delle conseguenze gravose per l’azienda: infortuni, periodi di assenza, interruzione delle attività, danni economici, sanzioni penali.

I corsi di sicurezza sul lavoro servono a rendere i lavoratori più consapevoli dei rischi e più preparati ad affrontarli, diminuendo le probabilità di infortuni e incidenti sul lavoro.

I corsi per la sicurezza sono a carico del datore di lavoro e sono da svolgersi in orario lavorativo, ma non sono assolutamente una spesa. Se si guarda con una visione di insieme, si capisce fin da subito come questo faccia in realtà risparmiare denaro e risorse in realtà.

3. Evitare le sanzioni

Il Testo unico sulla sicurezza impone a tutti i lavoratori di seguire un corso di formazione e informazione sui rischi dell’attività lavorativa.

Per mancata formazione è previsto l’arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1.474,21 a 6.388,23 euro. E lo stesso vale per la figura degli addetti alla prevenzione incendi e al primo soccorso, che devono ricevere anch’essi una formazione per ricoprire tali ruoli.

Evitare questo tipo di ammende è uno dei motivi per cui è importante seguire i corsi sulla sicurezza.

4. La sicurezza è un diritto e un dovere

La formazione sulla sicurezza serve anche a rendere il lavoratore consapevole dei propri diritti e doveri. Conoscere i propri diritti è il primo passo per saper riconoscere e denunciare le situazioni di rischio in azienda. Il lavoratore che comprende l’importanza di segnalare al titolare le situazioni dubbie, tutela sé stesso e anche i colleghi, rendendo il posto di lavoro un luogo più sicuro per tutti.

Tutti hanno diritto di lavorare in un luogo sicuro e di essere tutelati in questo senso, motivo per cui è imprescindibile che la formazione sia garantita a tutti i lavoratori.

5. Aumentano la produttività

Malattie professionali, infortuni, incidenti e chi più ne ha ne metta: sono fattori che incidono sulla produzione e sul normale andamento delle attività. Ridurre al minimo la possibilità che un evento possa compromettere le facoltà o la salute dei lavoratori ha due principali vantaggi:

  • I lavoratori lavoreranno in un luogo più sicuro e potranno concentrarsi meglio sulla propria produttività;
  • Ci saranno meno interruzioni sul normale svolgimento delle mansioni.

 

Articolo a cura di Renato M.G. Sarlo

 

Per altre utili informazioni per la sicurezza nella tua azienda visita il nostro sito, noi di Grimani Consulenze abbiamo servizi dedicati ad ogni esigenza.

Sei già iscritto alla nostra Newsletter? Compila il form qui sotto per non perdere tutti i nostri aggiornamenti.

 



Autore: Giorgio Grimani
Aiuto le imprese ad evitare sanzioni dagli enti di controllo tecnici | QHSE | RSPP | DPO

Lascia un commento